Migration


Migration – 2014, lino, tela, canapa, indumenti, 150x600 cm.

l’arte come strumento di sensibilizzazione alle tematiche sociali in particolare della donna, ma anche dei migranti e di coloro che vivono il disagio sono al centro della  sua ricerca. in modo specifico impiega due mezzi efficaci e caratteristici del suo lavoro: l’elemento tessile, antico e al contempo attuale, e la fotografia utilizzata nella sua doppia valenza di arte e di strumento di documentazione. in questa grande installazione a carattere museale, ha impresso l’immagine di un albero che vive in una piazza di torino sui cui rami sono appese giacche ed altri indumenti. Sullo stesso telo, con un’operazione di clothing art, ha inserito autentici parti di abiti usati innestandovi un silenzioso discorso simbolico intorno alla libertà e al rispetto per ogni aspetto della vita e degli esseri umani da qualsiasi parte essi provengano.

testo critico : silvana nota